fbpx
  • Banner_Agricoltura_3.png
  • Banner_Auto_1.png
  • Banner_casa_1.png
  • Banner_cauzioni_1.png
  • Banner_crediti_1.png
  • Banner_Medici_1.png
  • Banner_salute_1.png
  • Banner_sinistri_1.png
  • Banner_trasporti_1.png

Codice della Strada 05.19

CODICE DELLA STRADA

Tutte le modifiche del nuovo testo unificato

Multe più salate, scooter in autostrada e "vie scolastiche": cambiano le norme per la guida di ogni mezzo

su strada con il nuovo testo unificato per il Codice della Strada

Il testo unificato per la riforma del Codice della Strada è stato ufficialmente approvato dalla Camera dei deputati, in commissione Trasporti.

C'è tempo fino al 3 giugno per proporre emendamenti prima del passaggio al Parlamento per l'approvazione definitiva che avverrà dopo la pubblicazione del testo sulla Gazzetta Ufficiale.

Questo testo e le sue relative modifiche modificheranno in maniera sostanziale il Codice della Strada in uso dal 1993 e soggetto a vari aggiustamenti nel corso degli anni.

Il testo di base approvato è suddiviso in nove articoli, che vanno dalla sicurezza stradale alla tutela dei soggetti deboli, dalle norme per favorire la mobilità personale e ciclistica, fino a quelle per veicoli pesanti e veicoli d'epoca: vediamo le principali novità che verranno concretizzate in legge con tempi più lunghi.

Scooter e moto da 120 cc in autostrada

Una prima novità riguarda il transito in autostrada dei ciclomotori: abbassato il limite minimo di cilindrata, dai 150 cc ai 120, permettendo così a moto e scooter di 125 cc di percorrere liberamente le tratte autostradali. Il via libera vale solo se chi guida è maggiorenne, con patente A, B o superiore, oppure sia in possesso da almeno due anni della patente A1 o A2.

Stop ai 150 orari in autostrada, alle biciclette contromano e al divieto di fumo alla guida

A differenza di quanto era stato proposto, nel nuovo Codice non ci sarà l’automatico innalzamento del limite di velocità ai 150 km orari nelle autostrade a tre corsie, né la possibilità per le biciclette di andare contro mano, così come è stato bocciato il divieto di fumo alla guida.

Strada scolastica

Nel nuovo Codice della strada viene introdotto il concetto di “strada scolastica”: nelle vicinanze degli istituti scolastici, i comuni potranno decidere di imporre limitazioni al traffico negli orari di entrata e di uscita e limiti di velocità ridotti a 30 chilometri orari o inferiori.

Smartphone e affini

Vengono quadruplicate le sanzioni per l’utilizzo di smartphone, tablet o notebook durante la guida. La multa potrà variare da un minimo di 422 a un massimo di quasi 1700 euro. Si inaspriscono le pene anche in ambito amministrativo: sospensione della patente da un minimo di 7 giorni a un massimo di 2 mesi.

Se si reitera la violazione nel corso di un biennio, le multe lievitano dai 644 ai 2.588 euro.

Tutela dei ciclisti e dei pedoni

Per la sicurezza dei ciclisti viene introdotta la linea di arresto agli incroci, la cosiddetta “casa avanzata”, almeno 3 metri davanti allo stop, per tenere i ciclisti lontani dai gas di scarico.

Viene poi indicato che un’auto deve assicurare una maggiore distanza laterale di sicurezza nel sorpasso di una bicicletta, quantificata in 1,5 metri fuori dai centri urbani.

Aperta la circolazione di pattinimonopattini e skate sugli itinerari ciclopedonali, aree pedonali e spazi riservati ai pedoni.

Per la sicurezza dei pedoni, invece, viene codificato che le auto dovranno dare la precedenza non più quando "hanno iniziato l'attraversamento", ma "quando si accingono ad attraversare la strada"; inoltre, i pedoni hanno la precedenza quando il traffico non è regolato da vigili o semafori.

Semafori: durata minima

Il testo unificato introduce una durata minima della luce gialla del semaforo. Fino ad ora, la durata del semaforo non era regolamentata e ogni incrocio era organizzato diversamente in base alle caratteristiche e intensità di traffico.

Parcheggi: tutele per disabili, donne in gravidanza o figli piccoli

Si prevede un inasprimento delle sanzioni per chi sosta sui parcheggi riservati ai disabili: la multa aumenterà da 87 a 161 euro e i punti decurtati da 2 a 4. I veicoli per il trasporto di persone disabili potranno sostare gratuitamente nelle aree di sosta o di parcheggio, se i posti a loro riservati dovessero risultare occupati.

I comuni potranno realizzare parcheggi riservati a donne in stato di gravidanza o con figli piccoli. Questa soluzione è già da tempo adottata da diversi comuni italiani, ma non era mai stata ufficialmente normata.

Previsti 2 punti in meno anche per chi occuperà uno stallo riservato alla ricarica di auto elettriche.

Auto elettriche

I veicoli a motore elettrico avranno accesso libero alle zone ztl.

Potranno invece circolare sulla rete autostradale solo quelli con potenza superiore a 11 kW.

Ambulanze, protezione civile, volontariato

Per le ambulanze, i veicoli della protezione civile e delle organizzazioni di volontariato saranno previste esenzioni dal pedaggio delle autostrade. Viene introdotta la linea rossa per le aree di sosta e le ambulanze potranno trasportare un accompagnatore.

Bollo per i veicoli storici

I veicoli "individuati con propria determinazione dagli enti abilitati", ovvero Asi, Fmi e registri storici Fiat, Lancia e Alfa Romeo, saranno esentati dal pagamento della tassa. Inoltre, saranno considerati veicoli d'interesse storico anche i ciclomotori e le macchine agricole. La frequenza della revisione per questo tipo di veicoli aumenta ad ogni quattro anni.

Foglio rosa

Raddoppiano anche i mesi di validità del foglio rosa, che da 6 passano a 12, mentre le possibilità di ripetere l'esame di guida rimangono due.

Violazioni: banca dati, esenzioni e multe via posta

Il testo unificato prevede l’istituzione di una banca dati delle violazioni, per cui chi accerterà una violazione, dovrà trasmettere i dati al ministero della infrastrutture. Questi dati saranno poi messi a disposizione di tutti i cittadini entro il 30 giugno di ogni anno sul sito del Ministero.

Per quanto riguarda le multe, si potrà richiedere che siano recapitate sulla propria posta certificata, indicando l'indirizzo al momento dell'immatricolazione o delle revisioni.

Il nuovo Codice della Strada introdurrà, infine, l’esenzione dall'uso della cintura per chi ha subito interventi chirurgici all'addome con certificazione del medico curante.

News

  Logo GMC Broker

 

   Via del Commercio, 1 – int. 12
   46030 San Giorgio di Mantova  
  200mt. uscita A22 Mantova Nord
   0376 302512
   0376 750026
   info@gmcbroker.it
   PEC: gmcbroker@pec.gmcbroker.it
   Dal lunedì al venerdì:
  h 9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
   Il sabato: h 9:00 - 13:00

GMC Broker utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Contintinuando dichiari di accettare l'informativa privacy e la cookie policy