fbpx

ASSICURAZIONE CASALINGHE

 

La cosiddetta assicurazione casalinghe, l’assicurazione obbligatoria per infortuni domestici INAIL, istituita dalla legge 493/1999, protegge in caso di incidente chi si occupa in modo continuativo ed esclusivo della cura dell’abitazione e dei componenti del nucleo familiare. Interessa anche studenti e lavoratori stagionali.

Vediamo quali sono le novità rispetto al passato e le sanzioni per chi ritarda il pagamento.

Assicurazione infortuni domestici: cosa copre?

Circa 3 milioni di casalinghe si sono apprestate a pagare il premio annuale per il 2018, entro il 31 gennaio 2019.

L’assicurazione copre gli infortuni che possono verificarsi in casa, nel proprio giardino, in cantina, o nei balconi, nell'eventuale casa di vacanza, di proprietà o in affitto, purché si trovi in Italia. Sono assicurati anche gli incidenti per la presenza di animali domestici che vivono in famiglia.

La Legge di Bilancio 2019 ha aumentato di poco la spesa da sostenere, a fronte di una tutela più completa.

Se precedentemente era coperto solo l’infortunio che generava almeno il 27% di invalidità, dal 1° gennaio 2019, si ha diritto al risarcimento con una rendita da parte dell'Inail (tramite il cosiddetto assegno per assistenza personale continuativa) degli infortuni che causano un grado di inabilità permanente pari o superiore al 16%. Inoltre, se il grado di invalidità risulta tra il 6 e il 15%, spetterà comunque un unico indennizzo pari a 300 euro.

La rendita rimane più o meno alta a seconda del grado di inabilità. Oscilla da circa 190 euro al mese a 1.300 circa per un’inabilità del 100%. Si tratta di somme nette, esenti da fisco, che non vanno quindi inserire nella denuncia dei redditi. È tutelato anche il caso di morte, con una rendita pagata ai superstiti.

Se l’assicurato muore, i parenti hanno diritto anche a:

  • un assegno funerario di circa 2.140 euro;
  • somma una tantum dal Fondo vittime che oscilla, a seconda del numero dei superstiti, da 4.000 a 17.800 euro.

Chi è obbligato a stipularla?

L’assicurazione infortuni domestici Inail interessa circa 3 milioni di persone, donne e uomini, che, in virtù dell’attività domestica, non sono assicurate per la pensione in virtù di lavori svolti fuori casa (Inps, ex lnpdap, cassa forense, …). E’ obbligatoria per chi svolge lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo, senza subordinazione. Sono compresi gli studenti, anche se studiano e dimorano fuori dalla città di residenza e i giovani in attesa di prima occupazione: devono stipulare l’assicurazione infortuni tutti i maggiorenni che, fuori dagli eventuali impegni scolastici, lavorano o aiutano in casa. In uno stesso nucleo familiare si possono assicurare anche più persone, per esempio madre e figlia.

Devono assicurarsi i pensionati fino ai 67 anni compiuti, mentre, fino all'anno scorso, l’obbligo si fermava ai 65 anni, i lavoratori stagionali, temporanei e a tempo determinato, solo per i periodi in cui non si svolge attività lavorativa, e i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e sono privi di occupazione. L’obbligo riguarda inoltre i lavoratori in mobilità e in cassa integrazione.

Premi, esoneri e sanzioni

Se per quest’anno il premio da pagare resta invariato a 12,91 euro, dal prossimo anno occorrerà spendere un po’ di più, 24 euro, a fronte di alcune tutele aggiuntive. Continua ad avere l’assicurazione a titolo gratuito chi ha un reddito personale annuo del 2017 non superiore ai 4.648 euro e un reddito complessivo del nucleo familiare non superiore a 9.296,22 euro. Nel calcolo, sono escluse le rendite Inail, gli assegni per l'assistenza personale, le pensioni di invalidità civile e di guerra, gli assegni familiari, l'indennità di accompagno, gli interessi bancari e postali.

Chi non paga rimane sprovvisto di copertura assicurativa e, in caso di incidente, non potrà ricevere alcun aiuto dall'Inail.

Inoltre, per i trasgressori dell’obbligo di assicurazione è prevista una sanzione proporzionale al periodo di mancato pagamento, tuttavia non superiore al valore del premio (24 euro).

Assicurazione infortuni: ulteriori tutele con il supporto di un Broker Assicurativo

L'imprevedibilità di un infortunio può minare seriamente la tua integrità fisica e il tenore di vita della tua famiglia.

Per ottenere una protezione più completa, chiunque può pensare di stipulare un’assicurazione infortuni, ad esclusione di particolare eccezioni.

Assiteca, in qualità di broker e consulente assicurativo, può consigliare la copertura infortuni più adatta alle particolari esigenze di ognuno, garantendo la protezione assicurativa più completa, con poche centinaia di euro.

Offriamo prodotti flessibili e modulari, sia in termini di garanzie che di somme assicurabili, per soddisfare al meglio le tue esigenze di protezione.

Oltre all'invalidità permanente, l’assicurazione con garanzia infortuni domestici può garantire:

  • una diaria da ricovero ospedaliero, se legato all'infortunio liquidabile a termini di polizza;
  • l’indennizzo delle spese sostenute per il trasporto dal luogo dell’infortunio all'ospedale;
  • il risarcimento dei costi sostenuti per il rimpatrio, se l’infortunio avviene all'estero;
  • il pagamento delle spese sostenute per azioni di salvataggio o ricerca.

Nella stessa polizza è possibile inserire un capitale che viene riconosciuto agli eredi designati, in caso di premorienza da infortunio.

La nostra Divisione Personal Line è a vostra disposizione per qualsiasi informazione, all'indirizzo info.personal@assiteca.it o compilando il modulo sottostante.

News

  Logo GMC Broker

 

   Via del Commercio, 1 – int. 12
   46030 San Giorgio di Mantova  
  200mt. uscita A22 Mantova Nord
   0376 302512
   0376 750026
   info@gmcbroker.it
   PEC: gmcbroker@pec.gmcbroker.it
   Dal lunedì al venerdì:
  h 9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
   Il sabato: h 9:00 - 13:00

GMC Broker utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza. Contintinuando dichiari di accettare l'informativa privacy e la cookie policy